Sorint.lab, società specializzata in consulenza IT e con sedi in Italia, Europa e USA, grazie alla forte competenza in ambito Amazon Web Services (AWS) e di sviluppo di applicazioni moderne, è stata scelta per disegnare e gestire l’infrastruttura di InfoCert, il più grande fornitore europeo di servizi di Digital Trust.

 InfoCert offre ai propri clienti – aziende leader in ambito Finance, Utilities, Insurance e PA – soluzioni che consentono di digitalizzare il processo di riconoscimento dell’identità di chi sottoscrive un contratto. I servizi “digital trust” consentono di garantire la corretta identificazione delle controparti, l’autenticità dei dati scambiati, la conservazione a norma, oltre che la totale riservatezza delle transazioni. Si tratta di servizi che hanno volumi molto elevati, ma allo stesso tempo le richieste gestite sono molto variabili e distribuite in modo non uniforme durante le 24 ore. Le aspettative dei clienti finali, rispetto alla disponibilità e al perfetto funzionamento dei servizi digitali, sono molto elevate ed è pertanto importante ricercare soluzioni flessibili e affidabili.

Per sviluppare processi di integrazione, tra i Core Services Digital Trust InfoCert e le applicazioni di Back-End dei propri clienti, supportandoli con un servizio in modalità 24×7, InfoCert ha identificato Amazon Web Services come il vendor ideale allo scopo e per disegnare e gestire l’infrastruttura si è affidata a Sorint.lab. Con i servizi AWS e con Sorint.lab, InfoCert ha sviluppato applicazioni moderne, realizzate da una combinazione di modelli architetturali modulari, gestite con processi di sviluppo agili, che le consentono di innovare più velocemente pur riducendo i rischi, il time-to-market e il costo totale.

La scelta di Sorint.lab è ricaduta sull’impiego delle funzioni serverless, ritenute ideali per far fronte alla aleatorietà dei carichi di lavoro. In particolare, il servizio AWS Lambda, consente di eseguire codice senza dover effettuare il provisioning né gestire server. Lo sviluppo di applicazioni cloud native, che impiegano microservizi e container, capaci di poter essere eseguite indipendentemente in ambienti on premise o cloud, unite a infrastrutture cloud AWS automaticamente scalabili e altamente elastiche, permettono di adattarsi a carichi di lavoro variabili tipici delle esigenze di business dei clienti InfoCert.

Le esigenze di disponibilità H24 dei servizi da parte dei clienti finali hanno richiesto le competenze del NGMS (Next Generation Managed Service) di Sorint.lab per garantire la continuità operativa. Il servizio offerto è erogato eseguendo le attività nel rispetto degli SLA e Kpi previsti.

I benefici ottenuti da InfoCert si possono sintetizzare nell’avere un unico referente per la gestione dell’infrastruttura e dell’applicazione, una copertura H24 su tutte le tecnologie, un team di DevOps e SRE con forti competenze interdisciplinari per la risoluzione di incidenti e problemi, una facile estensione a nuove tecnologie senza necessità di sviluppare competenze interne e il continuous improvement su prestazioni e prevenzione di incidenti.

Un webinar per approfondire

L’ 11 novembre 2021 alle h. 12.00, Sorint.Lab approfondirà questi temi in un webinar dal titolo “Gestire la complessità nella conservazione digitale dei documenti su cloud”, in cui verrà presentato il caso applicativo InfoCert. Nel nuovo quadro dell’IT, il cloud si è ritagliato un ruolo fondamentale per fornire alle aziende la capacità di predisporre servizi e applicativi in maniera dinamica, adattandosi ai tempi del business. Nella transizione verso il cloud, però, è indispensabile adottare un approccio che consenta di gestire i contenuti con efficacia e sicurezza, in particolare con riferimento agli obblighi normativi e alla compliance.

Nel webinar si analizzerà come la scelta dei partner tecnologici e delle modalità con cui affrontare la transizione verso le architetture IT di nuova generazione rappresentino la chiave di volta per gestire la complessità del nuovo quadro proposto dalla digitalizzazione del business. Nel webinar si cercherà anche di dare una risposta a come si possa declinare un processo del genere e quali siano le criticità che è necessario affrontare.

Per registrarsi cliccare QUI