Far crescere il business con il content marketing 2

Far crescere il business grazie al content marketing è un percorso affascinante, con risvolti inaspettati. Scopriamoli.

Fra gli strumenti per fare crescere un business, il content marketing è senza dubbio uno dei più affascinanti. Soprattutto se lo guardiamo nel suo insieme, invece di considerarlo semplicemente una delle tante strategie di digital marketing che la nostra azienda può mettere in campo. Ma prima di arrivare al punto, cioè come sfruttare al meglio il digital marketing per fare crescere il nostro business, soffermiamoci un attimo su alcuni errori piuttosto comuni legati all’applicazione semplicistica di questa tecnica. 

Come funziona il content marketing?

La definizione canonica di Content Marketing è piuttosto semplice: si tratta di un ramo del marketing fondato sulla creazione e distribuzione di contenuti di alta qualità e ad elevato valore aggiunto. Questi sono, naturalmente, finalizzati ad attrarre il pubblico e a incrementare l’autorevolezza del brand del nostro business. 

Cosa evitare nel content marketing?

Il primo errore che dobbiamo evitare è quello di considerare la strategia di content marketing terminata nel momento in cui il prodotto è raggiungibile. Oggi infatti le informazioni devono essere diffuse. Pianificare prima, e applicare poi, una strategia per rendere le informazioni che abbiamo prodotto raggiungibili è fondamentale quanto produrre i contenuti

Far crescere il business con il content marketing 1

Il secondo errore è senza dubbio la discontinuità: non solo nella frequenza delle pubblicazioni, uno dei temi in assoluto più critici quando si parla di produzione di informazioni, ma anche nella qualità delle medesime. Una volta creata una aspettativa nei lettori infatti, è indispensabile mantenerla, anche in termini di valore atteso.

Infine uno degli errori più tipici è quello di trasformare ogni contenuto prodotto in uno spot. Certo, lo scopo finale è quello di promuovere i nostri prodotti e far crescere il business, ma i nostri lettori li apprezzeranno maggiormente se contengono informazioni davvero rilevanti, invece di semplice promozione dei prodotti aziendali o, ancora peggio, sono editoriali di opinione pensati per soddisfare chi li scrive.

Far crescere il business con il content marketing: tre tecniche di sicuro successo

Visti i più comuni errori, vediamo invece tre strategie da applicare alla nostra produzione di contenuti per renderla davvero efficace e, soprattutto, garantire un reale ritorno per il nostro business.

Raccontiamo ricerca, sviluppo e le unicità della nostra azienda

Diciamolo chiaramente: Internet, ma anche le fonti di informazioni analogiche, sono letteralmente ingolfate di informazioni generiche. E anche se probabilmente costruire l’ennesima pagina che spiega come arredare con la luce potrebbe portare molte letture, posto che l’articolo sia pubblicizzato correttamente, quanto beneficio porta realmente alla nostra azienda di illuminotecnica? Soprattutto quanto è riconoscibile quel contenuto posizionato sul nostro sito o nella newsletter inviata ai clienti?
Quanto meglio invece potrebbero raccontarlo un particolare allestimento o una soluzione esclusiva?

Ogni azienda, anche le microimprese fanno, a loro modo, ricerca e sviluppo. Magari lo fanno direttamente sul campo e non in laboratorio, ma sono proprio le soluzioni a dover essere raccontate per prime. Perché sono uniche, esclusive e caratterizzanti. 

Seguiamo il flusso delle news, con intelligenza

Identificare all’interno dell’attualità avvenimenti o fatti che possono collegarsi al nostro business è un ottimo sistema per attrarre nuovi lettori, utenti clienti. Si tratta di una buona strategia perché, se messa in pratica nel modo corretto, ci permette di allargare la base dei nostri utenti, coinvolgendo anche quelli che con gli abituali contenuti basati sull’autorevolezza non raggiungeremmo.

In questo caso la differenza fra una buona strategia e una meno brillante sta nella capacità di scegliere. Non è necessario parlare in modo indiscriminato di qualsiasi argomento che si trova sulla bocca di tutti, anche perché si rischia di scadere in colossali forzature. Meglio scegliere all’interno dell’attualità quello che si sposa meglio con il nostro business. 

Allo stesso modo è un errore pensare che la velocità sia tutto. Prima si tutto perché è impossibile battere sul tempo le risorse che fanno breaking news (e in ogni caso sarebbe una competizione inutile). In seconda istanza perché i lettori proprio perché sono bombardati da breaking news apprezzeranno di sicuro una lettura più approfondita e un punto di vista autorevole, anche a costo di aspettarlo per qualche tempo, rispetto all’ennesima copia di un lancio di agenzia.

Far crescere il business con il content marketing 2

Il content marketing come strumento di relazioni

Abbiamo lasciato per ultimo l’aspetto più sorprendente di una buona strategia di content marketing, cioè l’uso dei contenuti come strumento per la costruzione di relazioni. La produzione di un articolo, di un white paper, di un ebook o di un semplice post su un social media possono implicare tutta una serie di nuovi contatti.
Per esempio, per completare una ricerca può essere necessario interpellare qualche figura autorevole in campi contigui al nostro, e da quella relazione possono nascere nuove opportunità.

Oppure, quello che abbiamo prodotto può colpire e impressionare al punto di farci ricevere richieste per utilizzarla durante lezioni, seminari e così via. 

Infine, anche le discussioni attivate sui social media non sono da sottovalutare. Se gestite all’interno delle giuste bolle possono trasformarsi, con il tempo, in autentiche relazioni di fiducia e lavoro.